pic
Estate in Sardegna, in Toscana, in Corsica ...
pic
Scegli: vacanza relax o vacanza attiva ?
pic
Ottieni informazioni : 338 78 73 448

INFORMAZIONI UTILI PER LA PARTENZA 

COSA PORTARE: Costume, telo da mare, occhiali da sole, cappellino o bandana... un sacco con 3 magliette, una felpa e un maglione e un paio di jeans, ciabatte da mare e crema solare.

COSA SI MANGIA: Cibi semplici e di facile preparazione, pane e pomodoro, pasta al tonno, mozzarelle e pomodori freschi, affettati, insalate di riso, pesce appena pescato (con un po' di fortuna...), futta a volontà, succhi e buon vino (per i maggiori di 18 anni)

CUCINA: La cucine sono completamente attrezzate: troverete i fuochi, il frigorifero, pentole, padelle, coltelli, mestoli, piatti, bicchieri, posate, tazze, taglieri e tutto quanto si trova in una normale cucina di casa. 

PULIZIE: le pulizie a bordo sono gestite in comune con i partecipanti. Non sarà necessario stabilire dei turni, se ognuno parteciperà attivamente alla gestione della vita di bordo.

PERIODI : giugno, luglio e settembre sono i mesi migliori per gustare a pieno la vita di mare; si trova sempre posto in porto e le rade sono meno affollate.

LA CAMBUSA: comprende tutti i viveri che si acquistano prima dell'imbarco. La spesa al supermercato di solito viene fatta tutti insieme seguendo i consigli dello skipper e il gusto di ognuno.


ACQUA DOLCE: alla partenza la barca avrà il pieno di acqua dolce; sebbene la disponibilità di acqua pro capite possa variare a seconda della barca e del numero di ospiti imbarcati, in generale in barca è bene adottare abitudini che permettono di consumare meno acqua possibile, ricordandosi di usare solo quella strettamente indispensabile, evitando sprechi. Questa esperienza ci ricorda quanto l’acqua sia un bene prezioso, e ci scopriremo più attenti anche quando torneremo a casa.

SAPONI: la doccia del Marinaio (ecologica): tuffarsi in mare, uscire, insaponarsi, rituffarsi e infine togliere il sale con l’acqua dolce della doccia di bordo; questo è il modo più ecologico per lavarsi, ma per chi non se la sente, ci sono sempre le docce sottocoperta e la doccetta esterna. Tutti i saponi che usiamo presto o tardi finiscono in mare, anche nelle barche dotate di serbatoi delle acuqe di scarico: per questo cerchiamo di usare prodotti naturali e biodegradabili; in erboristeria si trovano: sapone di Aleppo (a base di olio d’oliva), sapone di Marsiglia e vari oli detergenti anche per capelli; nei negozi di nautica si trovano saponi specifici da usare in mare.

GASOLIO: anche in barca a vela c’è il motore che viene acceso solo in caso di bisogno; normalmente si spendono fra i 10 e i 30 euro a testa a settimana.

CORRENTE ELETTRICA: in barca, la corrente a 220 volts, come quella di casa, è disponibile solo quando si è attraccati in porto ; solo in questo caso sarà possibile utilizzare apparati elettrici che normalmente si attaccano alla presa di casa e che consumano più di 150-200 watts, come per esempio il phon. Le batterie si ricaricano quando ci si ferma in porto e quando si va a motore, il che significa che bisogna prestare attenzione ai consumi: soprattutto non dimenticare le luci accese! Per ricaricare i telefonini portate i caricatori da auto, che vanno sulla presa accendisigari. A bordo è presente un piccolo inverter che fornisce una piccola quantità di corrente a 220 volts, sufficiente per ricaricare batterie di macchine fotografiche, rasoi o computer.

RIFIUTI: come per i consumi, anche per quanto riguarda i rifiuti dovremo prestare alcune attenzioni: scopriremo che in barca a vela differenziare i rifiuti diventa una necessità.

 

Per altre informazioni, potete chiamare il 338-7873448 o inviare una mail a info@albanautica.it